Ti trovi in Home Page

H.A.C.C.P.

Predisponiamo e realizziamo Piani di Autocontrollo completo, in ottemperanza alla normativa H.A.C.C.P.

(D.Lgs 155 del 26 maggio 1997 - RCE852/2004)

I principi dell'autocontrollo consistono nella messa in atto dei sistemi HACCP (Hazard Analysis Critical Control Points) che mirano a identificare ed analizzare i danni associati ai differenti stadi del processo produttivo di una derrata alimentare, a definire i mezzi necessari per neutralizzarli e ad assicurare che questi mezzi siano messi in atto in modo efficiente ed efficace.

Il sistema HACCP deve essere considerato come un approccio organizzato e sistematico in grado di costruire, mettere in atto o migliorare la garanzia di qualità microbiologica, fisica e chimica delle derrate alimentari. Il sistema HACCP viene elaborato per un prodotto specifico, per la sua produzione e per i rischi che esso può comportare per il consumatore.

L'HACCP è una metodica da tempo consolidata, nata negli anni '60 per garantire la sicurezza degli alimenti utilizzati nelle missioni spaziali. Essa è poi divenuta la procedura ufficiale per prevenire l'insorgenza di fattori fisici, chimici e microbiologici, tali da rendere il prodotto alimentare pericoloso per la salute umana. A tal fine la procedura si occupa del prodotto in tutte le sue fasi: dalla produzione primaria fino al consumo finale, prendendo in esame il ciclo_produttivo. Per ciclo produttivo si intende un ampio concetto di filiera che include le materie prime, il processo produttivo, i trasporti, fino alla distribuzione finale.

La direttiva comunitaria 43/93/CEE "igiene dei prodotti alimentari", recepita in Italia con il decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 155, ha esteso a tutte le attività industriali ed artigianali riguardanti gli alimenti l'obbligo di predisporre un programma di autocontrollo, ed ha indicato anche il sistema cui fare riferimento per la sua attuazione.

Il sistema HACCP è esplicitamente prescritto dal D. Lgs 155/97 - RCE852/2004 : "Il responsabile dell'industria alimentare deve individuare ogni fase che potrebbe rivelarsi critica per la sicurezza degli alimenti e deve garantire che siano individuate, applicate, mantenute ed aggiornate le adeguate procedure di sicurezza avvalendosi dei principi su cui è basato il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points)"

Punti chiave dei piani H.A.C.C.P.

  • Analisi dei potenziali rischi microbiologici per gli alimenti;
  • Individuazione dei punti in cui possono verificarsi dei rischi per gli alimenti;
  • Decisioni da adottare riguardo ai punti critici microbiologici individuati, cioè a quei punti che possono nuocere alla sicurezza dei prodotti;
  • Individuazione ed applicazione di procedure di controllo e di sorveglianza dei punti critici;
  • Riesame periodico, ed in occasione di variazioni di ogni processo e della tipologia d'attività, dell'analisi dei rischi, dei punti critici e delle procedure di controllo e di sorveglianza.